Stock, per valutare le prestazioni di un portafoglio, fornisce: la Variazione % tra il capitale investito e il suo valore attuale e il Rendimento Effettivo Globale (REG), ottenuto con il metodo MWRR (Money Weighted Rate of Return).Per comprendere l’ importanza del REG notiamo che esso fornisce al Cliente, che effettua investimenti mobiliari, la corretta risposta alla ricorrente domanda:

“Se avessi tenuto i soldi in banca, che tasso avrei dovuto avere per ottenere lo stesso risultato?”

Per questo motivo, in Stock, i portafogli vengono visti come conti correnti bancari nei quali gli investimenti e disinvestimenti di capitale sono considerati alla stregua di versamenti e prelievi, che generano nel tempo numeri.

Se ad una certa data abbiamo il valore di mercato, il saldo ed i numeri dei movimenti di capitale del portafoglio, possiamo calcolare:

  • Guadagno = Valore – Saldo (o perdita se negativo);
  • Variazione = Guadagno / Saldo * 100;
  • REG = Guadagno * 36.500 / numeri.

Composizione Portafogli

E’ evidente come il REG (MWRR) fornisca, del risultato della gestione di un portafoglio, una informazione molto significativa e comparabile (tasso di rendimento su base anno), perché non si limita ad evidenziare la Variazione (Guadagno o Perdita), ma analizza tale variazione rispetto allo sviluppo che hanno avuto gli investimenti nel tempo. Stock, inoltre, calcola anche il TWRR per permettere al consulente di mostrare al cliente il risultato della sua gestione, indipendentemente dalla quantità di capitale investito nel tempo.
In Stock i portafogli possono essere gestiti in tre differenti modalità: gestione solo globale, gestione solo analitica e gestione totale (vedi dettagli).

Il Consulente, a seconda del controllo che desidera esercitare su ciascun singolo portafoglio, può a suo piacere per alcuni descriverne solo in globale i movimenti finanziari (immissione e dismissione di liquidità) e i valori che hanno a varie date, per altri scendere invece nel dettaglio dei prodotti finanziari, annotando tutti gli acquisti e vendite di ciascun prodotto. Per avere un controllo completo del portafoglio è bene, però, utilizzare la gestione totale, cioè annotare sia i movimenti finanziari globali sia in dettaglio gli acquisti e vendite dei prodotti finanziari.